Seguire una dieta è facile…con alcuni pratici suggerimenti

La volontà di iniziare un programma alimentare per ottenere una lunga serie di vantaggi, porta la persona a presentarsi dal professionista con molto entusiasmo e determinazione.  In molti casi, però, a questa prima fase di dinamicità e ottimismo segue un graduale ma costante “declino” nella forza di volontà. L’impegno e l’energia che sono richiesti per seguire un programma alimentare sono indubbiamente molti e può succedere di imbattersi in momenti di sconforto e debolezza. Dopo un iniziale calo ponderale può capitare, ad esempio, di non riuscire più a perdere peso o seguire meno fedelmente la dieta.

Come rispondere a questi momenti di mancanza di motivazione?

Risollevarsi per rimettersi in carreggiata non è sempre facile e rivolgersi ad un professionista può essere la soluzione più indicata, ma nel frattempo ecco alcuni pratici suggerimenti:

1) Tieni a mente il tuo obiettivo iniziale

Se senti che la tua motivazione sta scendendo cerca di richiamare alla memoria i perché iniziali del tuo obiettivo. Se il tuo obiettivo era allineato con i tuoi valori ed era posto nel giusto modo vedrai che riuscirai facilmente a tralasciare i problemi e le difficoltà del momento e a concentrarti sul vero obiettivo. Ricorda che gli obiettivi che ti devi porre devono essere realistici e concretamente realizzabili, obiettivi che possano essere raggiunti seguendo il programma di dimagrimento con costanza e impegno. Qualora miri a raggiungere un peso estetico “ideale” , potresti trovarti dinnanzi a un fallimento: obiettivi troppo distanti dalla realtà , infatti, non solo non verranno raggiunti, ma non potranno nemmeno essere mantenuti nel tempo. Bisogna essere realisti e porsi obiettivi che aiutino a incrementare il proprio senso di autoefficacia e non a distruggerlo! Ecco alcuni esempi:

 migliorare salute e forma fisica

 migliorare l’aspetto fisico, modificare peso e forme

 migliorare le relazioni interpersonali

 acquisire più sicurezza di sé

2) Concentrati sui sotto-obiettivi

In primo luogo, qualsiasi sia il tuo obiettivo in termini di benessere fisico, impara a concentrarti sui piccoli miglioramenti piuttosto che rimanere focalizzato esclusivamente sull’obiettivo finale. Se per raggiungere un determinato peso forma o una prestazione necessiti di mesi di allenamento sarà facile perdere la motivazione. Tuttavia, fissare degli obiettivi intermedi ti aiuterà a mantenere alta la tua motivazione e ti darà la possibilità di celebrare i tuoi risultati.

3) Misura e riconosci i tuoi progressi

Tenere nota dei propri allenamenti e dei propri risultati in termini di tempi, peso e sensazioni, è un buon metodo per essere costantemente a conoscenza di quanto abbiamo fatto e di quanto dobbiamo ancora fare. Inoltre, per mantenere alta la motivazione, è utile fermarsi a constatare i cambiamenti positivi che si possono registrare. Per esempio, se l’obiettivo è perdere peso, fermarsi a gustarsi i pantaloni che stanno larghi o il buco della cintura in meno può regalarsi una rinnovata energia per continuare verso il nostro obiettivo.

4) Premiati

Celebrare i propri risultati facendosi un regalo (un nuovo paio di scarpe, pantaloni, oppure un massaggio, una sauna, …) o regalandosi una giornata diversa può essere molto importante. Premiarsi significa volersi bene e ribadire che la ricerca del benessere fisico è prima di tutto per noi. Inoltre, i premi e le celebrazioni aiutano a rompere la routine e allontanare la monotonia,, che rappresenta uno dei principali nemici della motivazione.

5) Allenati divertendoti!

Trova un gruppo o un compagno di allenamento. Allenarsi da soli può diventare noioso e il rischio di incorrere in giornate no è sicuramente più alto che non allenandosi assieme ad altre persone, godendo quindi del supporto reciproco. L’abbassamento di motivazione o il procrastinare l’ora e il giorno di allenamento sono segno che ci stiamo annoiando. Se l’obiettivo che ci siamo posti ci farà felici, il segreto per raggiungerlo nel più breve tempo possibile è quello di godersi ogni singolo passo del percorso. La prossima volta che vi troverete ad accusarvi di aver saltato l’allenamento, fermatevi e dedicate del tempo a pensare cosa potrebbe rendere più divertente la vostra seduta allenante o cosa potreste fare in alternativa.

6) No al pensiero del “Tutto o Nulla”

Quando siamo focalizzati su un obiettivo il rischio è quello di adottare una visione del tipo o tutto o niente. L’adozione di questa attitudine può rappresentare un ostacolo al mantenimento della nostra motivazione. Ad esempio se un pomeriggio non siamo riusciti a svolgere attività fisica, questo non vuol dire che per tutto il resto della settimana, “ormai è inutile”.

7) Accetta le giornate no

Gli imprevisti esistono, accettatelo. Nessuno è motivato al 100% ogni giorno. Quando avvengono imprevisti o semplicemente vi sentite che non è giornata, non rimane altro che dedicarvi del tempo per voi stessi. Il rischio è quello di prendersi troppo sul serio e iniziare a processarsi e dirsi quanto cattivi e inadatti siamo: fermate sul nascere queste voci e non permettetevi di demolire la vostra autostima. Quanto più velocemente accetterete le “giornate no” tanto più velocemente passeranno e potrete ritornare a ricercare il vostro benessere fisico con la motivazione di prima e con la vostra autostima intatta, se non aumentata.

Personalmente ritengo che saltare un allenamento o sgarrare la dieta e poi riprendere con regolarità è un segno di grande forza mentale e di motivazione, di fronte ai normali imprevisti della vita.

Una delle chiavi della motivazione è proprio la serena accettazione delle difficoltà!

 

<a href=”http://www.freepik.com”>Designed by Nensuria / Freepik</a>