Seguire una dieta è facile…con alcuni pratici suggerimenti

La volontà di iniziare un programma alimentare per ottenere una lunga serie di vantaggi, porta la persona a presentarsi dal professionista con molto entusiasmo e determinazione.  In molti casi, però, a questa prima fase di dinamicità e ottimismo segue un graduale ma costante “declino” nella forza di volontà. L’impegno e l’energia che sono richiesti per seguire…

La motivazione nella dieta: quanto è importante per perdere peso?

Qual è l’ingrediente fondamentale per seguire con successo un percorso di perdita di peso? Sì,è proprio la motivazione! Il solo desiderio di perdere peso,infatti,non è una spinta sufficiente perché questo si realizzi. Cosa si intende con motivazione alla dieta? Non si tratta semplicemente di “decidere che da lunedì inizio la dieta” ma è una consapevolezza…

L’insoddisfazione corporea in adolescenza: tra normalità e patologia

Cosa succede quando il gene GPR54 si attiva? Il freno biologico che bloccava la produzione ormonale viene meno e si instaura una serie di cambiamenti che porta a quella fase di passaggio definita “pubertà”. Il periodo di comparsa dei segni tipici della pubertà è cambiato notevolmente nel corso degli ultimi decenni: all’inizio del XX secolo…

L’Anoressia in adolescenza: l’importanza delle relazioni interpersonali

Quando si lavora con ragazze  molto giovani che soffrono di un Disturbo Alimentare, sono tanti gli aspetti da tenere in considerazione affinché il trattamento funzioni. Innanzitutto è importante valutare i principali obiettivi di crescita e di sviluppo delle adolescenti: sviluppare un proprio senso di identità, diventare indipendenti dalla famiglia e costruire nuove relazioni interpersonali. Le…

I Disturbi del Comportamento Alimentare

Tutti i pazienti con diagnosi di disturbo alimentare condividono la stessa psicopatologia specifica centrale, cioè uno stato mentale caratterizzato da un’eccessiva attenzione rivolta all’alimentazione, al peso, alla forma corporea e al loro controllo (Espie e Eisler, 2015). Queste caratteristiche sono osservate solo nei disturbi dell’alimentazione (psicopatologia specifica) e spiegano le principali caratteristiche cliniche osservate in…

L’intervento psicologico nell’Anoressia Nervosa

Nell’ambito dell’approccio multidisciplinare ai Disturbi Alimentari, che prevede l’integrazione di diverse competenze e professionalità, la psicoterapia assume un ruolo essenziale e i percorsi psicologici devono essere condotti successivamente alla correzione della  denutrizione e malnutrizione del paziente con Anoressia Nervosa. La psicoterapia consente di intervenire sia sugli aspetti sintomatici, che condizionano nell’immediato il benessere del paziente,…

Anoressia Nervosa: cosa è cambiato dal DSM-IV al DSM-5

L’Anoressia Nervosa, probabilmente già presente nel Medioevo nella forma di digiuni ascetici, è stata descritta in testi di medicina a partire dalla fine del Seicento e poi nell’Ottocento da Gull e Lasègue. L’anoressia nervosa, così come oggi il mondo medico la considera, è un disturbo del comportamento alimentare associato alla distorsione dell’immagine corporea, a un…

Dipendenza dall’Esercizio Fisico: come riconoscerla?

L’esercizio fisico è definito come un insieme di movimenti pianificati che hanno lo scopo di migliorare la propria forma fisica. Caldamente raccomandato alle persone in sovrappeso, l’esercizio fisico rappresenta la condizione senza la quale è molto difficile ottenere una perdita di peso. Tuttavia può assumere una forma patologica. Il DEFC, Dipendenza da Esercizio Fisico, si…

“Non mi piaccio”: le giovanissime che non accettano il proprio corpo

“Sono brutta”- “Sono grassa”- “”Ho le gambe grosse”. L’estrema attenzione all’aspetto fisico è una di quelle “tradizioni” che il genere femminile si tramanda di generazione in generazione; è così che sempre più giovanissime, già verso i 10-11 anni, iniziano a confrontarsi con il proprio corpo e con le proprie forme. Perché ogni donna, anche la più proporzionata e…