I Disturbi Alimentari possono essere curati, il primo passo è riconoscerli

Chiunque di noi ha sentito, almeno una volta, parlare di disturbi del comportamento alimentare; per i non addetti ai lavori, chiaramente, riconoscerli e distinguerli non è sempre facile. In linea di massima possiamo pensare che quasi tutti conoscano l’Anoressia nervosa, la Bulimia e il Comportamento di Alimentazione Incontrollata.

Ognuno di questi disturbi è contraddistinto da sintomi specifici quali paura di ingrassare anche quando si è in una condizione di netto sottopeso, un’eccessiva valutazione del peso e delle proprie forme del corpo oppure episodi di abbuffate seguite o meno da comportamenti di compenso come vomito e eccessiva attività fisica.

Questa descrizione rappresenta solo quello che si vede in superficie, ma come si riesce a riconoscere ciò che ne è causa? Ogni problematica alimentare racchiude in se la storia di vita del singolo: le sue fragilità, i suoi desideri, le paure e le incomprensioni, l’ambiente familiare e sociale in cui è inserito. Sono tutti aspetti che influenzano il rapporto con il cibo.

Che cosa  vuole comunicare il bambino che rifiuta il mangiare dato con tanta insistenza dai genitori preoccupati? Che cosa cerca di ottenere l’adolescente che vomita di nascosto per non ingrassare? Di che cosa ha bisogno la persona che si abbuffa senza riuscire controllarsi?

Ogni comportamento alimentare è lo specchio della vita e del disagio della persona, disagio che può emergere in momenti più o meno delicati come lutti, traumi, abbandoni, cambi di vita o di routine e così via.

Lo Psicologo del Comportamento Alimentare che si occupa di una sfera così sensibile, adotta un approccio pensato e ritagliato su misura per il singolo cliente, in modo da ideare il trattamento a lui più idoneo ed efficace.

L’importanza del supporto psicologico nasce proprio a partire da queste premesse: se per dimagrire bastasse una dieta miracolosa o la sola forza di volontà, probabilmente non si assisterebbe alla pandemia dei disturbi alimentari e dell’obesità che si sta registrando al giorno d’oggi.

L’ Anoressia, la Bulimia, il Disturbo da alimentazione compulsiva e l’Obesità possono essere curate. Il primo grande passo è avere la forza di riconoscerle per poi decidere di cercare aiuto e costruire una vita migliore.